Il monitoraggio degli impatti sulle componenti biotiche (specie animali e vegetali o habitat di interesse comunitario) risulta di fondamentale importanza per valutare in modo oggettivo e trasparente gli effetti della azioni concrete che verranno realizzate.

I monitoraggi individuati per valutare l’efficacia delle azioni intraprese prevedono l’utilizzo di indicatori che restituiscano valori numerici oggettivi e che consentano una valutazione comparativa nel tempo e nello spazio dei dati raccolti. Inoltre, tutte le aree in cui verranno realizzati gli interventi e i monitoraggi verranno georeferenziate e mappate mediante GIS (azione D1).

Le attività di monitoraggio dovranno raccordarsi quanto più possibile con le metodologie descritte nel Programma di monitoraggio scientifico della rete che verrà implementato con le modalità innovative previste nell’azione D3; in tal modo eventuali dati relativi a consistenza/densità della popolazione, areali di distribuzione e degli habitat delle specie target e riguardanti modifiche di copertura degli habitat confluiranno nel database dell’Osservatorio Regionale per la Biodiversità in Lombardia (ORBL) e concorreranno alla valutazione dello stato di conservazione degli habitat e delle specie animali e vegetali presenti in Lombardia.

top